Televideo.Rai.it

Televideo Nazionale

 
					
pagina 488/1
for Astrophysics INAF: CHI SIAMO L'Istituto Nazionale di Astrofisica è l'ente di ricerca italiano dedicato al- lo studio dell'Universo. INAF promuove, realizza e coordina le attività di ri- cerca nei campi dell'astronomia e del- l'astrofisica, in ambito nazionale ed internazionale. Proiettato nel futuro e protagonista nelle collaborazioni in- ternazionali, INAF progetta e sviluppa tecnologie innovative e strumentazione d'avanguardia per lo studio e l'esplo- razione del cosmo. Ma INAF è anche dif- fusione della cultura scientifica. edu.inaf.it media.inaf.it Istituzioni 670 1/11
----------------------------------------
pagina 488/2
for Astrophysics BUON COMPLEANNO A LBT (1) Il 2024 segna il 20° anniversario del- l'inaugurazione del Large Binocular Te- lescope, il grande telescopio binocula- re che si trova sulla cima del monte Graham, nel sud-est dell'Arizona, a circa 3200 metri di altezza, nel com- plesso delle montagne Pinaleno. L'Inaf è partner di LBT insieme a isti- tuti tedeschi e statunitensi. edu.inaf.it media.inaf.it Istituzioni 670 2/11
----------------------------------------
pagina 488/3
for Astrophysics BUON COMPLEANNO A LBT (2) Con i suoi due specchi a montatura al- tazimutale in configurazione gregoria- na, LBT è ottimizzato per l'interfero- metria e l'osservazione a grande campo. Gli specchi forniscono un'area di rac- colta della luce equivalente a una sin- gola apertura di 11,8 m di diametro. Dopo due decenni di attività e successi scientifici, LBT è ancora uno dei tele- scopi ottici/infrarossi più potenti del mondo. edu.inaf.it media.inaf.it Istituzioni 670 3/11
----------------------------------------
pagina 488/4
for Astrophysics NELLA RICERCA DI VITA ALIENA, IL VIOLA E' IL NUOVO VERDE (1) Nella ricerca della vita nell'universo, la familiare tonalità verde che asso- ciamo alla vita sulla Terra potrebbe non essere il miglior indicatore. Un pianeta simile al nostro in orbita at- torno a un'altra stella potrebbe avere un aspetto molto diverso, potenzialmen- te ricoperto da batteri che utilizzano la radiazione infrarossa, invisibile all'occhio umano, per alimentare la fo- tosintesi. edu.inaf.it media.inaf.it Istituzioni 670 4/11
----------------------------------------
pagina 488/5
for Astrophysics NELLA RICERCA DI VITA ALIENA, IL VIOLA E' IL NUOVO VERDE (2) Secondo gli scienziati della Cornell U- niversity, molti di questi batteri sul- la Terra contengono pigmenti viola e i mondi viola su cui potrebbero essere dominanti produrrebbero una distintiva "impronta luminosa" rilevabile dai te- lescopi terrestri e spaziali di prossi- ma generazione. Lo studio è stato pubblicato su Monthly Notices of the Royal Astronomical So- ciety. edu.inaf.it media.inaf.it Istituzioni 670 5/11
----------------------------------------
pagina 488/6
for Astrophysics A BRERA, UN TESORO INVENTARIATO (1) Attesissimo dagli studiosi, è da pochi giorni online il nuovo inventario del- l'archivio storico dell'Osservatorio a- stronomico dell'Inaf di Brera, dopo un lavoro di riordino e inventariazione pluridecennale. L'inventario è lo strumento principale per scoprire cosa l'archivio custodi- sce, per muoversi tra oltre 1400 car- telle colme di documenti e registri ri- legati, per avviare le ricerche, per camminare attraverso la storia dell'Os- servatorio e della società della quale faceva parte. edu.inaf.it media.inaf.it Istituzioni 670 6/11
----------------------------------------
pagina 488/7
for Astrophysics A BRERA, UN TESORO INVENTARIATO (2) Tra i tesori in archivio anche una del- le serie più lunghe al mondo di osser- vazioni magnetiche e meteorologiche, a partire dalla seconda metà del Sette- cento, oppure le carte appartenute a E- milio Bianchi, deus ex machina della politica astronomica italiana nel Ven- tennio e uno dei maggiori studiosi del- le questioni legate al volo delle aero- navi. edu.inaf.it media.inaf.it Istituzioni 670 7/11
----------------------------------------
pagina 488/8
for Astrophysics BYE (FOR NOW), INGENUITY (1) Non è più in grado di volare già da tre mesi Ingenuity, da quell'atterraggio maldestro del 18 gennaio scorso in cui si sono danneggiate alcune pale del ro- tore. Tanto che la missione del primo velivo- lo che ha esplorato i cieli di un altro pianeta era stata dichiarata chiusa po- chi giorni dopo, il 25 gennaio. Nono- stante questo, Ingenuity continuava a parlare con Perseverance, il suo ponte di comunicazione anche verso Terra. edu.inaf.it media.inaf.it Istituzioni 670 8/11
----------------------------------------
pagina 488/9
for Astrophysics BYE (FOR NOW), INGENUITY (2) Due giorni fa, però, la distanza dal rover che prosegue nelle sue attività scientifiche allontanandosi, è diventa- ta troppo grande per continuare a comu- nicare. E il team della Nasa, non senza commo- zione, ha scaricato gli ultimi dati del piccolo velivolo e gli ha detto addio. edu.inaf.it media.inaf.it Istituzioni 670 9/11
----------------------------------------
pagina 488/10
for Astrophysics BUCO NERO STELLARE RECORD: BEN 33 MASSE SOLARI (1) Grazie al telescopio spaziale Gaia del- l'Esa, è stato scoperto il buco nero di origine stellare più massiccio a oggi noto nella nostra galassia. E'dormiente, è il secondo buco nero no- to più vicino alla Terra, a una distan- za di 1926 anni luce, e pesa circa 33 masse solari. edu.inaf.it media.inaf.it Istituzioni 670 10/11
----------------------------------------
pagina 488/11
for Astrophysics BUCO NERO STELLARE RECORD: BEN 33 MASSE SOLARI (2) Si trova in un sistema binario con una stella compagna vecchia 11 miliardi di anni. In un articolo pubblicato su A- stronomy and Astrophysics Letters, gli astronomi definiscono Bh3 "dormiente", ovvero un buco nero che non dà informa- zione di sé con emissioni sceniche di radiazione (come fanno invece i buchi neri attivi al centro delle galassie, ad esempio). In altre parole, un buco nero che non sta accrescendo massa pre- levandola da altri corpi celesti vici- ni. edu.inaf.it media.inaf.it Istituzioni 670 11/11

Torna Indietro